Come valutare tra casa di riposo per anziani o badante

Come valutare tra casa di riposo per anziani o badante

Quando un anziano non è più autosufficiente, e necessita di assistenza costante, le famiglie si trovano di fronte ad un dilemma: meglio optare per una badante o trovare una struttura?

Casa di riposo per anziani oppure una badante? Sono molte le famiglie che si pongono questa domanda quando uno dei propri cari non è più autosufficiente e ha bisogno di cure e assistenza (il più delle volte H24, come nel caso dell’Alzheimer).

La scelta è tutt’altro che semplice. Entrambe le soluzioni infatti presentano numerosi vantaggi e svantaggi a seconda dei servizi che si desiderano e delle necessità dell’anziano. Dunque: conviene di più la badante o la casa di riposo? Scopriamolo insieme.

Casa di riposo per anziani o badante: vantaggi e svantaggi
Badante o casa di riposo? Rispondere a questo dilemma che colpisce moltissime famiglie è tutt’altro che semplice. Cerchiamo di capire punto per punto quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste soluzioni.

L’inserimento di una badante che assista l’anziano in casa è una scelta che viene fatta da sempre più famiglie. I vantaggi sono numerosi: prima di tutto la possibilità per la persona di non subire il trauma di un trasferimento e rimanere nella tranquillità delle mura domestiche. In questo caso a scegliere la badante sono i parenti stessi insieme all’anziano, tenendo conto anche delle problematiche della persona e di eventuali patologie, come per esempio l’Alzheimer o il Parkinson.

L’assistenza domiciliare consente di creare un rapporto umano molto forte tra la badante e l’anziano, ma anche con i familiari, che potranno fare visita alla persona ogni volta che vorranno.

Quando scegliere una badante? L’assistenza domiciliare è indicata soprattutto per anziani che soffrono di patologie specifiche molto invalidanti e sono in una condizione di salute e psicologica che richiede cure continue durante tutto il giorno. In questi casi la presenza di una persona accanto all’anziano, che sia in grado di cogliere le sue esigenze e di agire tempestivamente, è fondamentale.

Il trasferimento in una casa di riposo è invece consigliato per gli anziani che si trovano in uno stato di salute grave e non sono autosufficienti. In questo caso è importante garantire un’assistenza medica che sia continua a specializzata come quella offerta dalle case di riposo.

I vantaggi in questo caso sono diversi. Prima di tutto la persona verrà seguita da personale medico specializzato H24, inoltre si troverà ad interagire con altri anziani che si trovano nella sua stessa situazione, in un ambiente lontano dallo stress cittadino e immerso nella tranquillità. Infine altri aspetti da considerare sono: la possibilità di prendere parte ad attività ludiche di gruppo e la sicurezza che l’anziano riceverà i medicinali (o le iniezioni) di cui ha bisogno.